La piattaforma ecologica è un luogo delimitato e regolamentato dove trovano collocazione momentanea tutta una serie di scarti domestici.
E' uno dei dieci passi suggerito dalla proposta di legge Rifiuti zero

Modis realizza piattaforme ecologiche e l'automazione delle piattaforme.

L'automazione del centro di raccolta significa risparmio (il capitolo “Rifiuti” rappresenta da solo circa il 50% del bilancio comunale) e aumento degli introiti per le finanze del Comune: infatti vetro, ferro, carta, plastica, alluminio e molti altri scarti sono rivendibili come materia seconda e acquistano sempre più un maggior valore sul mercato
Pieno controllo in remoto sugli accessi e i conferimenti

L'unità di automazione Ecosystema:
. trasmette ogni notte i dati degli accessi e dei conferimenti al portale ecosys.modisambiente.eu.
. riceve dal portale web gli aggiornamenti (elenco aventi diritto all'ingresso, aggiornamenti software etc etc)
. è telecontrollata e con l'autodiagnostica può risolvere in pochi istanti guasti o disservizi

Il responsabile del servizio si connette al sito:
. verifica l'andandamento degli accessi e dei conferimenti, tramite grafici, statistiche
. aggiorna in remoto l'elenco dei residenti e delle aziende che hanno il diritto ad accedere in piattaforma.
. elabora la tariffazione puntuale scaricando i dati su fogli di excel
. ricerca utenze particolari o conferimenti tramite le maschere

Le utenze domestiche utilizzano la CRS o la ventura CNS. Le aziende impiegano una normale tessera a banda magnetica.
I vantaggi dell'automazione in piattaforma ecologica
1- abbatte drasticamente i costi sostenuti dal Comune per lo smaltimento dei rifiuti non altrimenti riciclabili (gli ingombranti o gli inerti) perchè indirettamente stimola la separazione tra i vari materiali;

2- permette di controllare utenze domestiche o produttive regolandone correttamente il conferimento, la periodicità e la quantità di rifiuti particolari;

3- istituisce il passaggio dalla tassazione alla tariffazione (previsto sia dal D.P.R. 158/99 nonchè dal D.L. 152/2006), innescando meccanismi premianti (e/o sanzionatori) in un circolo virtuoso di risparmio, riciclo sempre più accurato e frazionato, abbattimento della produzione di rifiuti non riciclabili;

4- con l'aggiunta di un software dedicato è possibile automatizzare tutto il ciclo di emissione delle fatture alla cittadinanza sollevando il comune dei costi legati a questa delicata attività, la nostra esperienza indica che su questo punto si possono abbattere circa l'80% dei costi sostenuti dal comune;

5- garantisce un controllo in tempo reale sulla tipologia dei rifiuti, su coloro che li conferiscono, sulle quantità conferite consentendo così all'Amministrazione Pubblica di pianificare sia gli introiti dovuti al riciclo dei materiali presso i Consorzi Nazionali, sia le spese da sostenere per lo smaltimento dei rifiuti a fine ciclo.

6- Presso/vicino al Centro di Raccolta è possibile creare un punto di valorizzazione degli oggetti ancora utilizzabili, gestito da coop sociali, in modo da favorire sia l'ambiente che soggetti in difficoltà.

7- le Amministrazioni Comunali che innovano e risparmiano possono produrre energia elettrica e calore con una piccola centrale a biomasse - impiegando le risulte delle potature - posta nelle vicinanze del centro di raccolta. Modis Srl produce e commercializza PIROGASSIFICATORI, che non bruciano il legno ma lo disgregano ad alta pressione senza emissione di polveri sottili o di nuova CO2.